La maggior parte delle persone online cerca risposte alle proprie domande o soluzioni ai propri problemi, e, come capita sia a me che a te, la rete è il luogo più conveniente per cercare ciò di cui hanno bisogno.

In che modo la gente cerca informazioni
Prima di premere il tasto invio, la gente ricerca digitando normalmente una parola o una frase che descrive quello che sta cercando. Sicuramente ti è già successo, e molto spesso, se la connessione internet non è molto lenta, Google, prima che tu possa aver completato di digitare ciò che stai cercando, ti suggerisce il completamento della frase con le parole più ricercate da te o dal resto del pubblico in rete. Si tratta di Google Suggest, e spesso può essere molto utile per conoscere ciò che la gente cerca di più e concentrarsi proprio su quello. Dopo aver premuto invio, vedrai una pagina, la prima dei risultati di ricerca.

La pagina dei risultati
E’ chiamata SERP: Search Engine Results Page e in ogni pagina dei risultati, troverai dieci posti occupati da link (chiamati spesso spot) con delle descrizioni che a seconda della loro posizione rappresentano delle tipologie di informazioni differenti, ma sono nient’altro che pagine web. Ogni spot corrisponde a una diversa pagina che Google reputa rilevante per quel contenuto che hai cercato.

Quante pagine concorrono per quel contenuto?
Immediatamente sotto il box di ricerca, dopo ogni ricerca, trovi un numero, spesso elevato. E’ il numero di pagine concorrenti nella classifica di Google per quel termine di ricerca.

A fianco al numero delle pagine concorrenti, trovi un tempo, normalmente in secondi, che esprime quanto Google ci ha messo a restituirti i risultati più rilevanti per quella ricerca.

In effetti l’obiettivo di Google, se ci pensi, è proprio quello di darti le informazioni più vicine possibile a quello che hai cercato, nel più breve tempo possibile…e in questo modo si mette ogni volta alla prova in modo trasparente.

Nella parte superiore di ogni pagina dei risultati e anche sul lato destro trovi normalmente annunci o link a pagamento, in cui aziende o persone scelgono di pubblicizzare i loro prodotti per quelle parole chiave che stai cercando, ad esempio per prevenire o risolvere un problema attraverso una forma di advertising chiamato PPC o Pay Per Click. Questi risultati sono chiamati Link sponsorizzati (Sponsored Links), perché a pagamento.

Queste aziende pagano spesso fior di soldi per mostrare pubblicità sui loro prodotti con annunci altamente mirati, ma spesso molto cari dal punto di vista economico.
Nella restante pagina, trovano posto i cosiddetti risultati organici (v. figura), cioè quelle pagine che, pur non pagando i costi pubblicitari, hanno meritato, come vedremo tra breve, di essere in quella posizione nella classifica (rank) di Google per la rilevanza dei propri contenuti.

Per qualsiasi domanda, puoi lasciare un commento qui sotto.
Puoi scoprire molte altre cose sulla Search Engine Optimization su questo blog….se non l’hai ancora fatto, scarica la guida qui: http://www.emergereonline.com/semplicemente-seo-da-zero-2/

Powered by WishList Member - Membership Software